In vari Comuni al posto del Durc per avviare un cantiere o in fase di pagamento di appalti in corso, si accettano dichiarazioni delle imprese, che non hanno alcun valore certificativo. E’ quanto segnala la Commissione nazionale paritetica per le casse edili CNCE in una lettera inviata al presidente dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani ANCI per sensibilizzare i Comuni al rispetto della normativa sul DURC che può essere richiesto semplicemente online.

Nuovo regolamento appalti per i beni culturali in vigore dall'11 novembre

ter2.jpg

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 27 ottobre il regolamento sugli appalti pubblici relativi ai beni culturali tutelati (decreto n. 374 del 22 agosto 2017). Il provvedimento – previsto dall’art. 146, co. 4 del d.lgs. 50/2016, Codice dei contratti pubblici - entrerà in vigore il prossimo 11 novembre e disciplina le seguenti tipologie di lavori: a) scavo archeologico, comprese le indagini subacquee; b) monitoraggio, manutenzione e restauro di beni culturali immobili; c) monitoraggio...

Data: 
07/11/2017

Applicazione anomala CCNL edilizia: interviene la CNCE

imm.jpg

Le imprese che operano nell'edilizia devono necessariamente applicare i contratti collettivi nazionali di riferimento. Lo ha ribadito la Commissione nazionale paritetica per le Casse Edili (Cnce) in una nota del 23 ottobre, fugando ogni dubbio su applicazioni anomale di Ccnl diversi da quelli nazionali dell'edilizia che alterano completamente gli equilibri e la concorrenza degli operatori sul mercato e danneggiano, nel contempo, tutti coloro che operano nel rispetto delle norme. 

Data: 
26/10/2017

Anticipazioni Legge di Bilancio 2018: le misure per il settore dell’edilizia

conf2.jpg

Conferma degli incentivi per l’edilizia, possibilità di cessione del credito ecobonus per singole unità immobiliari, proroga bonus mobili e bonus verde. Queste sono le principali misure di interesse per il mondo delle costruzioni contenute nella bozza della Legge di Bilancio per l’anno finanziario 2018 approvata dal Consiglio dei Ministri lo scorso 16 ottobre. La manovra passa ora all’esame del Senato.

Data: 
24/10/2017

INAIL, obbligo comunicazione per infortuni anche brevi

im2.jpg

Dal 12 ottobre scorso è scattato per il datore di lavoro l’obbligo di comunicare in via telematica all’Inail, entro 48 ore dalla ricezione del certificato medico, a fini statistici e informativi, i dati e le informazioni relativi agli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell'evento. Con la circolare n. 42 del 12 ottobre 2017 l’INAIL ha fornito le istruzioni operative su tale obbligo previsto dall’art. 3, co. 3-bis d.l. 244/2016 convertito con modificazioni dalla l. 19/2017.

Data: 
16/10/2017

© Copyright 2013 - All Right Reserved