DL Semplificazioni: un’occasione mancata di modifica al Codice Appalti

conf2.jpg

La riforma del Codice Appalti dovrà ancora attendere. Nel decreto legge sulle semplificazioni approvato in Consiglio dei Ministri il 12 dicembre scorso (G.U. n.290 del 14 dicembre) non hanno trovato spazio le numerose modifiche al Codice dei Contratti pubblici annunciate nei giorni scorsi e richieste con urgenza da Associazioni di categoria e imprese. Restano solamente le previsioni sull’esclusione dalle procedure di appalto delle imprese che abbiano commesso gravi illeciti professionali o carenze persistenti nell’esecuzione di precedenti contratti.

Data: 
17/12/2018

Codice dei contratti: il report sulla consultazione del Ministero

sc2.jpg

Garantire l’efficienza del sistema dei contratti pubblici, procedere alla semplificazione del quadro normativo, assicurandone la chiarezza ed eliminandone le criticità anche sul piano applicativo: queste le principali richieste di modifica al Codice degli appalti, emerse dalla consultazione pubblica lanciata sul sito del Mit e conclusa lo scorso 10 settembre. L’obiettivo della consultazione, che ha coinvolto amministrazioni, associazioni di categoria (inclusa anche ANAEPA-Confartigianato Edilizia)...

Data: 
30/11/2018

Dai bonus casa investimenti per 292 miliardi di euro

aq11.jpg

Dal 1998 al 2018 hanno usufruito degli incentivi fiscali per il recupero edilizio e per la riqualificazione energetica oltre il 57% delle abitazioni italiane stimate dall’ISTAT (31,2 milioni) per un totale di 17,8 milioni di interventi, attivando investimenti pari a 292,7 miliardi di euro. A rivelarlo il dossier “Il recupero e la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio: una stima dell’impatto delle misure di incentivazione”, predisposto dal Servizio studi della Camera dei deputati in collaborazione con l’istituto di ricerca CRESME. 

Data: 
26/11/2018

Rifiuti da demolizione: nuove proposte per la raccolta nel Ddl UE

rif2.jpg

Disciplinare la raccolta dei rifiuti di costruzione e demolizione presso i rivenditori di materiali per l’edilizia” e “rafforzare la tracciabilità dei rifiuti dei veicoli fuori uso”. È quanto prevedono due emendamenti M5S, a firma Stefano Vignaroli, approvati oggi in Commissione Politiche dell’Unione Europea della Camera al disegno di legge di Delegazione europea 2018, che intervengono sull’articolo 15 del ddl che recepisce la Direttiva Ue 851 del 2018 relativa ai rifiuti.

Data: 
07/11/2018

© Copyright 2013 - All Right Reserved